Indietro

SERENA GAZZINI per la terza volta Campionessa Italiana della Montagna; a Moggio LC, piazza la volata vincente su Zamboni; la Massaro lontana.

SERENA GAZZINI ama dire che non è una scalatrice, non è forse una "passistona", ma sa andare in bici, è completa, ha una grinta incredibile e una tenacia indiscutibile: in tre parole, "macchina da gara!". Ieri a Moggio (LC), era freddo, la neve sulle montagne a quota 2000; problemi di permessi e saltava il circuito iniziale con una salita di 3 km al 10% ogni giro; quindi trasferimento in valle e via volante. Restavano quindi 11 km di una salita anomala per un'Italiano; i primi km i più impegnativi al 10/11%; poi un tratto in discesa e si risaliva con una pendenza del 5/6%. Difficile da interpretare, probabili arrivi in volata e così è stato. Serena in partenza ha lasciato fare, voleva "rompere il fiato"; poi si è riportata sulla Zamboni visto che la già tricolore Massaro non reggeva il ritmo. Sono poi salite controllandosi e studiandosi, uno scattino una, risposta dell'altra, ma Serena aveva deciso di giocarsi il titolo in volata. Ai meno 300 dall'arrivo tirava su la catena sul 50 e partiva decisa senza più voltarsi; era sua la maglia tricolore, la terza di specialita! Seconda la Zamboni, terza la Massaro ad oltre 3', poi Lambrughi e Molteni. Per Serena Gazzini sono 12 le vittorie stagionali e restano 2 gare da fare. Che dire, COMPLIMENTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII !